Image Not Found On Media Library
Image Not Found On Media Library

Cultura&Ricerca

convdocenti_e_seguenti2008 12

I convegni

Fondazione Rui è una fondazione di pensiero che propone e sviluppa idee, cerca il confronto, incoraggia i giovani ad un’autonoma e libera riflessione. Vengono organizzati periodicamente convegni e seminari per docenti universitari, ricercatori e studenti su tematiche di approfondimento inerenti all’attualità o al mondo dell’Università.

I due principali appuntamenti sono a cadenza annuale e si svolgono uno in giugno presso il Castello di Urio e uno in autunno presso il Centro Convegni di Castelromano.

Scarica il programma del Convegno 2019 ‘Libertà, verità, democrazia’

Scarica il programma del Convegno 2018 ‘L’umanesimo cristiano di fronte alle sfide delle intelligenze artificiali e delle ICT’

Il convegno Il ’68, un’occasione perduta? del novembre 2018 presso l’Università LUISS ha visto gli interventi di Paolo Pagani dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Lucetta Scaraffia dell’Università di Roma, Marco Paolino dell’Università della Tuscia e di Leonardo Allodi dell’Università degli Studi di Bologna, moderati da Giovanni Orsina, politologo e direttore della
LUISS School of Government. Ciò che è emerso è la necessità di una seria e distaccata analisi storica del ’68, non come fenomeno unitario e monolitico ma come realtà complessa e anche ideologicamente composita.

Progetti di ricerca

Fondazione Rui sviluppa progetti di ricerca che alimentano di contenuti i progetti formativi delle residenze e animano il dibattito culturale nel mondo accademico e nella società.

In particolare è stato costituito un gruppo di lavoro sulle tematiche dello specifico ‘maschile e femminile’ con l’obiettivo di approfondirne le caratteristiche da un punto di vista individuale e relazionale e di scoprire le potenzialità di una reale cooperazione uomo – donna, con particolare riferimento al contesto lavorativo e alla costruzione di un progetto familiare. Questo gruppo di lavoro ha coordinato la pubblicazione del volume ‘A misura di uomo e di donna’ a cura di M. Cinque, M. Melfi, A. Petagine (Orthotes 2016) e realizzato materiali divulgativi multimediale per diffondere nei Collegi i temi sviluppati.

Per approfondire, guarda le interviste:

'Le parole autorevoli di uomini e donne', Mario Focchi
'Vicissitudini della vita amorosa', Mario Focchi
'Il sapere del corpo' parte I, Susy Zanardo
'Il sapere del corpo' parte II, Susy Zanardo
Rivista Fondazione Rui

Pubblicazioni

Le pubblicazioni promosse da Fondazione Rui sono occasione di approfondimento e divulgazione dei temi connessi alla formazione degli studenti universitari, ai progetti di ricerca in corso, alla dimensione etica.

La rivista “Fondazione Rui” racconta la vita dei Collegi, ospitando articoli sugli eventi, testimonianze, contributi di formatori e personalità del mondo della cultura. Il blog “Life Skills” è punto di incontro dei relatori del programma JUMP che contribuiscono periodicamente con approfondimenti etico-antropologici, sulle soft skills, su orientamento universitario, geopolitica e attualità.

Coltivare l'umano - Antonio PetagineIl volume ha come scopo quello di presentare con un linguaggio alla portata anche di studenti e non addetti ai lavori le principali domande dell’etica. Dopo un primo capitolo, in cui spinge a chiedersi che cosa è veramente importante nelle nostre scelte, l’autore, passa ad una analisi della nozione di felicità e delle modalità in cui, nella nostra società, viene promosso un modello che incentra ogni aspettativa di realizzazione sull’individuo. Quindi, nel terzo capitolo, che costituisce una sorta di snodo centrale del libro, si analizzano bisogni, capacità e beni, che nel resto del libro vengono poi articolati, in modo particolare, secondo la cura della nostra corporeità (capitolo 4) e della nostra intelligenza, sia in se stessa (capitolo 5), che in relazione alla nostra dimensione emotiva (capitolo 6). Quindi, nell’ultimo capitolo, si sottolinea l’importanza della dimensione relazionale (capitolo 7).

Antonio Petagine, Orthotes 2019.

A misura di uomo e di donna - M. Cinque, M. Melfi, A. PetagineChe cosa significa essere “uomini” e “donne”?
Da più parti si sostiene che occorre “ripensare la differenza”. Questo volume intende stimolare tale ripensamento, a partire da un ambito molto concreto, quello delle soft skills: quando ci mettiamo in relazione con gli altri, quando comunichiamo e lavoriamo in gruppo, l’essere uomini e donne entra in gioco o è irrilevante? Il volume tenta di dare una risposta a questa domanda, offrendo un panorama ricco e variegato di voci, raccolte all’interno delle attività formative organizzate nei collegi universitari della Fondazione Rui. I contributi filosofici e psico-pedagogici, insieme alle testimonianze tratte da esperienze personali e professionali, forniscono spunti di riflessione al lettore per tessere nuove trame in cui ripensarsi, ritrovarsi e collaborare per una società sempre più a misura di uomo e di donna.

A cura di M. Cinque, M. Melfi, A. Petagine, Orthotes 2016.

Pratiche di valutazione formativa. Il caso Fondazione Rui.A partire dal caso delle residenze della Fondazione Rui, si propongono indicazioni a supporto dell’ipotesi di fondo: fare una buona valutazione dell’efficacia delle azioni formative complesse rappresenta un’opportunità per migliorare anche l’organizzazione. I temi affrontati sono quelli dell’apprendimento organizzativo, della formazione degli adulti in contesti di esperienza operativa e delle implicazioni organizzative che ne determinano le condizioni di efficacia. L’accento è posto su tematiche tipiche di una comunità scientifica, quella degli psicologi del lavoro e dell’organizzazione, in cui l’ambito della formazione e della valutazione apre processi di comprensione più articolata dell’organizzazione.

A cura di Giuseppe Scaratti, Vincenzo Arborea, Maria Cinque, Cortina Editore 2015.

Iniziative speciali

Fondazione Rui investe in iniziative innovative e progetti pilota che diano la possibilità di offrire nuove opportunità, anche internazionali, ai residenti. Queste iniziative sono anche lo spunto per introdurre nuove tematiche e coinvolgere pubblici più ampi: gli studenti delle scuole secondarie, gli insegnanti, network internazionali di ricerca.

Il Progetto europeo Red Glow, finanziato dalla Commissione Europea, si propone di creare un network tra 7 enti no profit  in tutta Europa per promuovere una reale cittadinanza attiva tra giovani donne europee attraverso il potenziamento di quelle competenze trasversali indispensabili nel mondo del lavoro. Red Glow (progetto biennale 2018-2020) si rivolge a 950 ragazze di età compresa tra i 14 e i 30 anni che vivono in uno dei 6 Paesi dei partner del progetto (Gran Bretagna, Polonia, Slovenia, Italia, Lettonia, Spagna) per sviluppare e diffondere buone pratiche tra le giovani donne europee in modo da migliorare  l’inserimento e la qualità del lavoro professionale e accrescere la consapevolezza di essere cittadine europee.

La Fondazione ha ottenuto dalla Fondazione Cariplo un sostegno economico per la realizzazione di un progetto di innovazione della formazione nelle cinque residenze milanesi. Il progetto, è stato realizzato nell’arco temporale luglio 2018-dicembre 2019 su vari filoni di attività. I principali sono stati:

  • innesto di nuovi moduli formativi nel programma JUMP
  • innovazione del dispositivo di valutazione delle competenze e formazione dei formatori
  • sviluppo di ricerca sui temi dell’etica e dello specifico maschile e femminile

Romanae Disputationes è il concorso nazionale di filosofia per scuole superiori. L’obiettivo della manifestazione è quello di far amare la filosofia ai ragazzi dei licei. La filosofia apre la mente dell’uomo al pensiero libero, insegna a porre le domande giuste e costringe a dare ragione di ciò che si pensa: per questo il sapere filosofico non è un sapere esclusivamente disciplinare, una semplice materia scolastica, ma consente di acquisire competenze che torneranno utili in tutti gli ambiti scientifici e lavorativi. Sono stati oltre 15.000 i ragazzi coinvolti dalla prima edizione provenienti da centinaia di scuole di tutta Italia. Dal 2014 Fondazione Rui è partner della manifestazione, di cui condivide la mission e l’apporto formativo.

Fondazione Rui è partner di ChinaMed Business Program, programma della durata di cinque settimane con oltre duecento ore di formazione che si svolge presso la Peking University nei mesi estivi. Il curriculum di ChinaMed è stato sviluppato da un gruppo internazionale di studiosi della Cina contemporanea con  specialisti europei della formazione ‘executive’ e professionisti cinesi. Tutti i membri della faculty sono dirigenti aziendali, professionisti legali e accademici di alcune delle migliori università e delle aziende più dinamiche del mondo. ChinaMed risponde alla domanda di profili altamente qualificati che combinino una conoscenza diretta della Cina e della regione euromediterranea, buona padronanza delle basi del business internazionale e spirito imprenditoriale. Fondazione Rui incentiva la partecipazione dei suoi residenti e alumni con borse di studio.

Fondazione Rui è partner di IESE MiM (Master in Management), il programma della durata un anno destinato a laureati di primo livello, lanciato da una delle migliori Business School del mondo. Il master, basato sulle più innovative metodologie di Active-learning, si svolge a Madrid ed è riservato a studenti brillanti e molto motivati.
Grazie all’accordo fra IESE e Fondazione Rui, ogni anno vengono destinate agli studenti residenti nei nostri collegi e selezionati da IESE MiM, 4 borse di studio pari al 50% della retta annuale del Master.

Rui è una fondazione di pensiero che propone e sviluppa idee, cerca il confronto, incoraggia i giovani ad un’autonoma e libera riflessione