13 12 2012 Settima indagine Eurostudent

Con l'avvio della raccolta dati sugli iscritti  alle università italiane è iniziata la fase operativa della Settima Indagine Eurostudent sulle condizioni di vita e di studio degli studenti universitari, condotta dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e dalla Fondazione Rui, con la collaborazione dell’Università per stranieri di Perugia.

La Settima Indagine Eurostudent è realizzata nell’ambito del progetto di analisi comparata della condizione studentesca su base europea, denominato Eurostudent V - International survey on the social dimension in higher education, che è sostenuto dalla Commissione europea e al quale partecipano circa venticinque paesi membri dell’Unione europea o aderenti al Processo di Bologna. La disponibilità di dati comparabili e aggiornati sulle condizioni di vita e di studio degli studenti è stata indicata come un prerequisito per la messa in opera delle politiche a sostegno della dimensione sociale e, inoltre, della mobilità internazionale degli studenti nello Spazio europeo dell’istruzione superiore.

Le indagini Eurostudent sono individuate come una fonte autorevole e affidabile di dati del tipo richiesto e già da tempo l’Eurostudent Network è stato chiamato a far parte del Gruppo di lavoro sulla “Dimensione sociale” del Bologna follow-up Group. A conclusione della più recente Conferenza dei Ministri europei dell’istruzione superiore (Bucarest, aprile 2012), all’Eurostudent Network è stato esplicitamente rinnovato il compito di “monitorare i progressi nell’attuazione delle riforme del Processo di Bologna” attraverso un progetto da realizzare in comune con Eurostat ed Eurydice, basato su “una raccolta dati più mirata e l’uso di indicatori comuni” in particolare sull’occupabilità, sulla dimensione sociale, sull’internazionalizzazione, sulla portabilità delle borse di studio/prestiti, sulla mobilità degli studenti e dei docenti. I risultati del progetto comune di Eurostudent, Eurostat ed Eurydice dovranno essere presentati nella prossima Conferenza dei Ministri europei dell’istruzione superiore che si terrà nel 2015.

Privacy Policy